home
english german italiano

Ristoranti, pizzerie, pub, negozi, hotel & appartamenti! Gardafun.com, la prima guida online sul lago di Garda e Ledro!

Copyright: Fotoshop ProfessionalCopyright: Fotoshop ProfessionalCopyright: Fotoshop ProfessionalCopyright: Fotoshop ProfessionalCopyright: Fotoshop Professional

Gardafun.com free time on the lake !

Eat & Drink

Bar - Gelateria

Enoteca - Wine Bar

Osteria

Pizzeria - Ristorante

Pub & Disco

Ristorante

Hotels & Co.

Agenzie Turistiche

Appartamenti

Bed & Breakfast

Campeggi

Hotels


Aziende & Servizi

Abbigliamento

Accessori

Agenzie Immobiliari

Auto e Motori

Bellezza

Calzature

Divertimento

Per la Casa

Salute e Benessere

Servizi

Sport

Percorsi mountain bike

Percorsi mountain bike Lago di Garda, Val di Ledro, Tremalzo, monte Baldo: itinerari, gps, foto, video

Barzellette



424 barzellette presenti
Pagina 14 di 22


:: scrivi una barzelletta

  AL BAR (Anzianotti)
Quattro vecchietti all'osteria Stanno giocando a briscola. Il primo dice al secondo: - Dammi un carico! - No... - Ti ho detto dammi un carico! - No! No!!! Quest'ultimo, esasperato, afferra una bottiglia e gliela rompe in testa. Il primo vecchietto viene portato all'ospedale, con un brutto taglio. Il medico di guardia del pronto soccorso esaminando la ferita: - Bisogna dargli due punti... Il vecchietto ribatte stizzito: - No. Voglio un carico!!!


  FUNERALE (lumaz)
Ho assistito ad una scena strana: C'era una vettura funebre, nera che apriva il funerale, seguita ad una quindicina di metri da un'altra vettura funebre nera. Dietro la seconda vettura funebre c'era un uomo vestito di nero - da solo - che seguiva i feretri con un cane Pit Bull al guinzaglio. Appena dopo c'erano circa 200 uomini che seguivano il corteo in fila indiana. Non ho potuto resistere alla curiosità e con molto rispetto, mi sono avvicinato all'uomo col cane e gli ho chiesto: "sono molto spiacente per la sua perdita e capisco che è un brutto momento per disturbare ma io non ho mai visto un funerale come questo. Che tipo di funerale è?" L'uomo in lutto ha cominciato a spiegare: " La prima carrozza funebre è per mia moglie." "E che cosa gli è successo?" L'uomo ha risposto: "Il mio cane l'ha attaccata e l'ha uccisa" Allora gli ho chiesto: "E chi c'è nella seconda carrozza?" L'uomo ha risposto: "Mia suocera. Lei stava tentando di aiutare mia moglie, quando il cane si è girato ed ha attaccato anche lei." E' passato qualche momento di silenzio intenso e pieno di pensieri. "Posso avere il cane in prestito?" "Si metta in fila."


  TELEFONIA (matteo)
Scienziati inglesi hanno scavato 50 metri sottoterra e hanno scoperto piccoli pezzi di cavi di rame. Dopo averli analizzati, sono arrivati alla conclusione che gli antichi britannici avevano una rete nazionale di telefonia già 25.000 anni fa. D'altra parte, agli Stati Uniti non è sembrato niente di così straordinario. Hanno chiesto ai loro scienziati di scavare più profondo. A 100 metri di profondità hanno trovato piccoli pezzi di cristallo che secondo loro formavano parte del sistema di fibra ottica nazionale che avevano gli antichi americani già 35.000 anni fa. Gli scienziati italiani non si sono lasciati impressionare. Hanno scavato fino a 200 metri e non hanno trovato niente. Dunque sono arrivati alla conclusione (ragionevole) che gli antichi italiani già più di 55.000 anni fa avevano i telefoni cellulari.


  RAGAZZE (Simone)
Tre belle ragazze,una mora, una rossa e una bionda parlano tra loro:- sapete, mi hanno detto che in america esiste uno specchio che sa riconoscere se dici la verità, e se non la dici sparisci, perchè non andiamo a provare?- così le tre amiche partono. Arrivate difronte allo specchio la mora dice :- io penso di essere la donna più bella del mondo- ma appena finisce di dirlo, PUFF sparisce allora l Tapparenji scrive: la rossa dice : io penso di essere la donna più bella del mondo- ma anche lei PUFF sparisce E' il turno della bionda che si mette allora davanti allo specchio: - io penso..- e PUFF..


  SAPER ATTENDERE (silvio)
E' estate e Berlusconi sta facendo una passeggiata sul Nilo. Ad un tratto cade nelle acque impetuose del fiume e rischia la morte. Un bambino, però, lo vede e, coraggiosamente, si tuffa e lo trae in salvo. Al che il Cavaliere lo ringrazia e gli dice: - Caro bambino, mi hai salvato la vita! Come posso ringraziarti? Il piccolo risponde: - Ecco, vede... siccome in famiglia siamo molto poveri, potrebbe inviarmi un paio di scarpe dall'Italia? - Ma certo, appena torno ad Arcore te le mando. Che numero hai? Il bambino riflette un attimo ed esclama: - Quarantadue! - Ma come - fa Berlusconi - sei così piccolo ed hai il piede enorme? - No - gli risponde il bambino - ma lo avrò quando mi arriveranno!


  MESTIERI (roger)
Un pastore stava pascolando il suo gregge di pecore, in un pascolo decisamente lontano e isolato quando all'improvviso vede avvicinarsi una BMW nuova fiammante che avanza lasciandosi dietro una nuvola di polvere. Il guidatore, un giovane in un elegante abito di Armani, scarpe Prada, occhiali Ray Ban e cravatta Yves Saint Laurent rallenta, si sporge dal finestrino dell'auto e dice al pastore: - Se ti dico esattamente quante pecore hai nel tuo gregge, me ne regali una? Il pastore guarda l'uomo, evidentemente uno yuppie, poi si volta verso il suo gregge e risponde con calma: - Certo, perché no? A questo punto lo yuppie posteggia l'auto, tira fuori il suo computer portatile Acer Ferrari e lo collega al suo cellulare UMTS. Si collega ad internet, naviga in una pagina della NASA, seleziona un sistema di navigazione satellitare GPS per avere un'esatta posizione di dove si trova e invia questi dati a un altro satellite NASA che scansiona l'area e ne fa una foto in risoluzione ultradefinita. Apre quindi un programma di elaborazione per la foto digitale ed esporta l'immagine a un laboratorio di Amburgo in Germania che dopo pochi secondi gli spedisce una e-mail sul suo palmare iPAQ confermando che l'immagine è stata elaborata e i dati sono stati completamente memorizzati. Tramite una connessione ODBC accede a un database My-SQL e su un foglio di lavoro Excel con centinaia di formule complesse carica tutti i dati tramite e-mail con il suo Blackberry. Dopo pochi minuti riceve una risposta e alla fine stampa una relazione completa di 150 pagine, a colori, sulla sua nuovissima stampante Epson iper-tecnologica e miniaturizzata, e rivolgendosi al pastore esclama: - Tu possiedi esattamente 1586 pecore! - Esatto. Bene, immagino che tu possa prenderti la tua pecora a questo punto... - dice il pastore e guarda il giovane scegliere un animale che si appresta poi a mettere nel bagagliaio dell'auto. Il pastore a quel punto aggiunge: - Hei, se indovino che mestiere fai, mi restituisci la pecora? Lo yuppie ci pensa su un attimo e dice: - Okay, perché no? - Sei un consulente! - dice il pastore. - Caspita, è vero - dice il giovane - come hai fatto ad indovinare? - Beh non c'è molto da indovinare, mi pare piuttosto evidente - dice il pastore - sei comparso senza che nessuno ti cercasse, vuoi essere pagato per una risposta che io già conosco, a una domanda che nessuno ti ha fatto e non capisci un cazzo del mio lavoro. Ora restituiscimi il cane!


  DIRIGENTE (dott_bradi)
Un affermato dirigente decide di fare vacanze alternative. Basta Mar Rosso, basta Kenya, basta Maldive: sceglie quindi di passare due settimane dalla zia, la quale ha una fattoria. Il primo giorno si alza molto tardi e si ritrova solo in casa senza sapere cosa fare, annoiandosi un sacco. Alla sera quando la zia rientra dai campi le dice: - Sai zia, oggi mi sono annoiato parecchio, vorrei potermi rendere utile con qualche lavoretto, in modo da contraccambiare la tua ospitalità. C'è niente che posso fare per aiutarti? E la zia: - Volentieri. La settimana scorsa abbiamo raccolto il fieno; dovresti contare quante balle di fieno ci sono, cosi so quante posso venderne ai vicini. Io domani mi alzerò presto perché devo andare al mercato a vendere le uova, ci vediamo domani sera! Il giorno dopo, il nostro amico dirigente lo passa a contare le balle di fieno. Alla sera, quando la zia rientra le dice: - Ho contato le balle di fieno sono 211! - Bravo nipote, hai fatto proprio un buon lavoro! - Grazie zia; potresti darmi qualcosa da fare anche per domani? - Ma... veramente... non saprei... in effetti ci sarebbe un lavoro abbastanza urgente da fare, però mi dispiace dovertelo chiedere... - Non farti problemi zia, sono contento di poterti aiutare. Di cosa si tratta? - Dovresti concimare tutti i campi, così io posso andare al mercato a vendere la frutta. - Ottimo, così potrò stare tutta la giornata all'aria aperta. Spiegami come devo fare, e vedrai che per domani sera sarà tutto a posto. Detto, fatto: il giorno seguente lo trascorre a spandere letame sui campi della zia. Alla sera, la zia: - Bravo hai fatto un lavoro perfetto, mi hai fatto proprio un gran piacere! - Già, devi sapere che mi sono anche divertito molto. La vita di campagna comincia davvero a piacermi. Cosa posso fare domani? La zia: - Io devo potare gli alberi, ma immagino che tu sarai un po' stanco, per cui ti assegnerò un lavoretto facile, semplice e poco impegnativo: la settimana scorsa ho raccolto le patate, e prima che io vada a venderle al mercato tu dovresti dividere le patate grosse dalle patate piccole... Alla sera, quando rientra, la zia trova ancora tutta la montagna di patate da dividere e il nipote sconcertato con due patate in mano: - Ma come, te ne sei stato li tutto il giorno con quelle due patate in mano? L'altro giorno mi hai contato tutte quelle balle di fieno, ieri mi hai concimato tutti i campi e hai fatto dei lavori perfetti, non avrei potuto chiedere di meglio. Oggi, che dovevi semplicemente dividere le patate non hai fatto nulla, com'è possibile? - Sai zia, il fatto è che noi dirigenti, finché si tratta di contar balle e spandere merda non abbiamo nessun problema; è quando dobbiamo prendere una decisione che non sappiamo cosa fare!


  UNO (Anzianotti)
Una coppia di anziani viene intervistata nel corso di una trasmissione televisiva perché, sposati da 50 anni, non avevano mai litigato. Il presentatore, con grande curiosità, domanda all'anziana: - Ma, voi, veramente non avete mai litigato in 50 anni? - No! - risponde l'anziana. - Ma, com'è possibile??? - insiste il presentatore. - Guardi, quando ci siamo sposati mio marito aveva un cavallo a cui teneva moltissimo; era la creatura a cui lui teneva di più in assoluto. Il giorno delle nostre nozze questo cavallo tirava il nostro calesse; a un certo punto il cavallo inciampò su di un sasso e mio marito gli urlò: "UNO!". Dopo qualche metro il cavallo inciampò di nuovo e mio marito gli urlò: "DUE!". Ma la terza volta che il cavallo inciampò, mio marito tirò fuori la pistola e ammazzò la povera creatura; io, impietrita, lo rimproverai: "Ma perché hai fatto una cosa del genere???". Lui mi urlò in faccia: "UNO!"


  IN MOTO (Manuel)
Due scheletri decidono di fare un giro in moto: - Aspettami che prendo il cappotto! - Ma che cosa ci fai con il cappotto? Non puoi sentire freddo sei morto!!! - Hai ragione... allora prendo il casco! - Ma allora sei scemo! Sei già morto, anche se cadi non puoi farti male! Allora il primo scheletro corre nella tomba e poco dopo esce con la lapide sotto braccio. - Ma cosa diavolo ci fai con la lapide? - Il cappotto non me lo hai fatto prendere, il casco nemmeno, almeno fammi portare i documenti...


  CODA (tappa)
Una mattina in fila all'ufficio postale una signora si stanca di aspettare e con indifferenza passa davanti a tutti. A metà della fila un uomo la ferma per un braccio e le fa: - Penso che lei debba fare la coda... La signora si volta di scatto e risponde: - Perché? Non sto bene coi capelli sciolti?


  AVVOCATO (Anzionotti)
Un avvocato molto rinomato, uscendo dallo studio, vede un mendicante seduto sotto i portici che chiede l'elemosina. Provandone compassione, tira fuori una banconota da 5 euro e la dona al pover'uomo. - Avvocato - esordisce il mendicante - mi tolga una curiosità. Lei è da vent'anni che mi da l'elemosina ogni sera e la ringrazio. Ma perché vent'anni fa mi regalava 100.000 lire, poi dieci anni fa mi regalava 50.000 lire, 5 anni fa 20.000 ed ora solo 5 euro? Invece di aumentare diminuisce? - Mio caro amico. Lei deve sapere che vent'anni fa ero un single ed avevo così tanti soldi che non riuscivo neanche a spenderli. Poi dieci anni fa mi sposai e dovetti limitare le spese; cinque anni fa mi nacquero due gemelli e dovetti stringere la cinghia. Ed ora che mi sono fatto l'amante devo proprio stare attento ad ogni euro che spendo! - E mi dica una cosa Avvocato - ribatte il mendicante - ma tutte queste persone proprio con i miei soldi le deve mantenere?


  GUINNESS (Quasimodo)
La Bella Addormentata, Pollicino e Quasimodo stavano parlando tra di loro. La Bella Addormentata disse: - Io credo proprio di essere la più bella ragazza del mondo! Pollicino replicò: - Beh, io credo proprio di essere la persona più piccola del mondo! E Quasimodo affermò: - Invece io credo proprio di essere assolutamente la persona più brutta del mondo! Tutti e tre decisero di recarsi presso il "Registro del Guinness dei primati" per verificare le proprie certezze... La Bella Addormentata entrò per prima ed uscì raggiante esclamando: - È ufficiale, sono la più bella ragazza del mondo!!! Dopo di lei entro Pollicino ed uscì altrettanto fiero gridando: - Sono ufficialmente la persona più piccola del mondo!!! Per ultimo entrò Quasimodo. Qualche minuto dopo uscì frastornato, confuso e spaesato urlando: - MA CHI CAZZO È CAMILLA PARKER BOWLES????


  DAL DOTTORE (Veranda)
Un signore va dal dottore: - Dottore, dottore mi sento afflosciato, pieno di dolori! - Ma lei che fa durante il giorno? - Io faccio colazione, due tre ore sulla veranda, pranzo, cinque ore sulla veranda, cena e un'ora sulla veranda... - Prenda queste pasticche e mi faccia sapere tra un paio di mesi! Due mesi dopo in ambulatorio squilla il telefono: - Pronto? - Sono il paziente, quello degli strani dolori, può venire a casa mia per visitarmi? - Ok, sarò da lei fra poco! Dopo pochi minuti arriva a casa del paziente: - Entri e si accomodi dottore, desidera un caffè? - Sì, ben volentieri! - Veranda... prepara un caffè per il dottore!!!


  TARTARUGHE (Piccolo)
Una famiglia di tre tartarughe parte per un pic-nic. Arrivati alla meta tirano fuori l'insalata ma si accorgono che manca il sale e decidono di mandare il piccolo a prenderlo. Il piccolo però non voleva andare: - Se me ne vado via cominciate a mangiare senza di me... Dopo averlo rassicurato il piccolo si avvia. Passano ore, giorni, settimane e mesi ma il piccolo non ritorna. A un certo punto il padre dice: - Vabbeh io ho fame... sono mesi che aspettiamo e il piccolo non arriva... io comincio a mangiare! Appena fa per addentare l'insalata spunta il piccolo da una siepe e dice: - Oooh guarda che se fate così io a prendere il sale non ci vado!!!


  PROBLEMA (Pierino)
La maestra propone un problema: - Ci sono 30 sciatori che devono prendere l'ovovia. Ogni cabina trasporta 6 persone. Quante cabine occuperanno? Pierino prontamente risponde: - Cinque! La maestra domanda: - E se gli sciateri fossero 35? Pierino: - Si stringono...


  VECCHIAIA (Anzianotti)
Iniziati i primi caldi il nostro "vecchietto" a corto di fiato, completamente fiacco, si decide di andare dal dottore per farsi dare qualche rimedio utile al suo stato fisico. Così, al dottore che gli chiede cosa si senta, lui spiega: - Dottore, fatta la prima ancora ho la forza per fare pure la seconda e affrontare la terza, ma qui cominciano a farsi pesanti le gambe, e comincia a mancarmi il fiato, tanto che la quarta e quelle seguenti sono impossibili. Ciò, prima non mi accadeva... - Mi ascolti, data l'età, lei potrebbe anche farne di meno! - Bravo! Così me le fa lei le scale per salire a casa?


  IN MOTO (Massimo)
Due amici decidono di fare un giro con la moto nuova. Dopo cinque minuti l'amico seduto dietro comincia a lamentarsi perché, a causa dell'alta velocità, ha freddo. Decidono di fermarsi in modo che l'uomo si possa coprire con la giacca indossata al contrario. Dopo un centinaio di metri i due cadono e l'amico seduto dietro viene sbalzato in avanti. Arrivano i soccorritori. L'uomo alla guida chiede informazioni sullo stato dell'amico e gli rispondono: - All'inizio si lamentava poi quando gli abbiamo girato la testa non ha più detto nulla!!!


  LA FELICITà (Pierino)
C'è Pierino in macchina con il padre, ad un certo punto vede due prositute e domanda al padre: - Babbo, babbo! Chi sono quelle due signorine lì mezze nude? Il padre con tono piuttosto imbarazzato gli dice: - Pierino, quelle due signorine vendono la felicità... Dopo tre giorni, Pierino va a fare una passeggiata e rivede le prostitute, gli si avvicina e dice ad una di queste: - Mi scusi signorina, ho qui 20 euro che mi ha regalato la nonna, volevo comprare un po' di felicità! La prosituta, piuttosto sorpresa, lo porta a casa sua e gli prepara tre fette di pane con nutella. La sera ritorna a casa e il padre tutto preoccupato gli chiede: - MA DOVE CAVOLO SEI STATO FINO AD ADESSO??? Pierino dice: - Sono stato a comprare la felicità! Il padre rosso in viso lo guarda e con voce bassa gli dice: - Ah... ehm... come è andata? Pierino lo guarda con naturalezza e gli fa: - Guarda babbo, le prime due sono riuscito a finirle, ma la terza l'ho leccata e basta!


  OSPEDALE PSICHIATRICO (Giuliano)
Anna e Marco sono due pazzi che vivono in un ospedale psichiatrico. Un giorno, passeggiando vicino alla piscina dell'ospedale, Anna improvvisamente si butta nell'acqua e cola a picco... Marco salta a sua volta e riporta Anna in superficie. Quando il direttore dell'ospedale viene a sapere dell'atto eroico di Marco decide subito di lasciarlo uscire dall'ospedale in quanto il suo atto di coraggio dimostra che è mentalmente stabile. Così il Direttore va da Marco per dargli la notizia e dice: - Marco, ti devo dare una bella e una cattiva notizia! Quella bella è che ho deciso di dimetterti dall'ospedale in quanto sei stato capace di compiere un atto eroico salvando la vita di un'altra persona. Credo che tu abbia ritrovato il tuo equilibrio mentale. La cattiva notizia è che Anna si è impiccata nel suo bagno con la cintura della vestaglia! Allora Marco guarda perplesso il Direttore e risponde: - Non si è mica impiccata, l'ho appesa io per farla asciugare...


  LE CATENE DI S. ANTONIO (Mito)
Gavi' da piantarla!

De mandarme cadene del porco ...e simili, tipo che el mondo l'è belo ma solo se rispedisso tuto subito, se no son sfiga', come el negro de l'Alabama che no ga' risposto a quatromilasinquesento imeil e no ga' fato in tempo a dir "a" che l'era za col vestito de legno (tradotto: morto e stramorto), o el cauboi John, tessano, che ghe casca' i maroni parché nol ga risposto, etc, etc.

Par no parlar de quei che me manda imeil disendome che sicome ghe un provaider (fatalità american) che par ogni imeil che ghe riva el dà un centesimo in beneficensa ala lota contro la peste scaveona, e alora bisogna mandarghene a seci... me gà rotto i cojoni!

O staltro che el gà na fiola con na malatia rarisima che nissuni sa cosa lè (sto qua el sta in missuri), che el te dà anca el numero de telefonin parché te ghe telefoni ti (credeghe!) a darghe notissie su le cure possibili (che po' se te guardi le date te scopriressi che xe passà almanco tri ani da che lè partia la cadena, quindi tanti auguri...).

A mi te me vien a domandar robe mediche, che vivo in frassion de Isola dela Scala a Verona e son gnaca bon de tacarme un ceroto? Po' quei che me dise che ghe el virus dela posta eletronica che se non te

ste atento telo ciapi anca ti e lè pezo che andar co na nigeriana (e saven tuti a cosa se va incontro...), alora te ghe da riempir tuti de imeil etc etc...

Quei po'... che me manda la fotocopia del centro antitumori de Aviano dove i senzsiati te dise che i ovi condii i fa vegner el cancro a l'usleo... e che farse un sciampo lè peso de fumarse tri steche de "ms sensa filtro".

Ancora quei contro i giaponesi, che secondo lori i metaria i gati e le butiglie, co l'urlo de bataglia "impenemoghe el sito!"... Par non desmentegarme de ci me manda scrito che ghe quei dela Erisson che i da via i telefonini come i fusse bagigi e adiritura che lori i là proà e funsiona (!?!): basta "inviar el mesagio a tuti quei che te conossi" e te si a posto: tempo do stimane e riva el sior Erisson, Mario J.J. Erisson in persona, aministratore delegato dela dita omonima o anonima,

non me ricordo coma se dise, il cuale sa tute le meil che te mandi, e teporta sul porton de casa el scartosso col telefonin ultima generasion col Trial

Band e il giprrs e custodia de pitone ancora che se move... A sto punto feme un piaser: mandime foto porno, film porno, barzelete e putanade varie ma BASTA CO STE CADENE! Che n'altro poco a verzo na feramenta e taco a vendarle. Con la speranza che sta meil no la riva in luisiana a una che le' drio farse i cassi soi...


:: scrivi una barzelletta

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

Leggi le barzellette

Scrivi una barzelletta

Home

Meteo

Calendario eventi

Cartoline virtuali

Wallpaper

Barzellette - Games

Links

Last Minute

On-Line Booking

Area Riservata

Gardafun Mail


Spot

Spot

Contatti | Informazioni legali | Pubblicità | Area Riservata | Gardafun Mail

Realizzato da FIFTYWEB